Chiudi X

Domenica la Sinermatic di scena a Lecco

Con poco meno di 300km da percorrere, la trasferta al Centro Sportivo “Bione” di Lecco rappresenta la trasferta più lunga del girone per la Sinermatic Ozzano.

 

Domenica, con palla a due alle ore 18:00 (arbitrano Schena di Bari e Crudele di Foggia) i ragazzi di coach Federico Grandi scenderanno in campo per cercare di battere la Gimar Lecco e per bloccare questa striscia negativa ormai salita a cinque ko consecutivi.

 

Ozzano troverà di fronte una Lecco che, rispetto al match d’andata vinto dai Flying 91 a 89, può godere una classifica notevolmente diversa rispetto a due mesi e mezzo fa. Dopo il brutto avvio (2 vinte, 7 perse), proprio il ko in quel di Ozzano segnò la svolta per i lombardi, che poi vinsero 5 partite di fila, rilanciandosi. La Gimar, ora in piena corsa per i play-off, arriva alla sfida con la Sinermatic con un bilancio di quattro vittorie (fra cui un referto rosa strappato a Cesena) nelle ultime sei partite, con le uniche due sconfitte arrivate di misura contro Milano (-2) e Padova (-1), forse le due squadre attualmente più in forma del campionato.

 

“Lecco ha un roster molto profondo, con una rotazione a dieci giocatori che a turno possono essere protagonisti” – avverte coach Grandi. “Sono una squadra fisica e di talento, costruita per fare i playoff e che può dare fastidio anche alle big del campionato. Giocano a ritmi alti – prosegue l’allenatore ozzanese - cercano molto il contropiede e hanno tanti tiratori che se si accendono diventano davvero pericolosi.”

 

A dar ragione alle parole di Grandi i numeri che dicono che Lecco ha in Michael Teghini il miglior realizzatore della squadra con 12 punti di media. Dietro di lui una sfilza di giocatori tutti potenzialmente pericolosi, le cui medie sfiorano la doppia cifra: Cacace (9,3 ppg), Di Prampero (9,1), Brunetti (9 punti a match), Caceres (8,4), Rattalino (8,2) e Roberto Marinello, quest’ultimo approdato a Lecco da Costa d’Orlando poco più di un mese fa e ormai ben integrato (9,1 di media) alla formazione allenata da coach Gandini (il capo allenatore Paternoster è stato esonerato circa 3 settimane fa).

 

In casa New Flying Balls, pesa la tegola Dordei. Dopo l’espulsione e le relative proteste nel finale del match contro Milano, il giudice sportivo ha punito l’ala pivot ozzanese con tre turni di squalifica. “Gigi” potrà tornare in campo solamente il prossimo 17 Marzo a Desio e salterà anche le sfide contro Bernareggio e Vicenza.

 

Consapevole delle attuali difficoltà, coach Federico Grandi chiede ai propri ragazzi maggior compattezza: “l’assenza di Dordei sarà per noi molto pesante; dobbiamo ancora di più compattarci e trovare nuovi equilibri sia per quanto riguarda la leadership in campo sia per  l’aspetto puramente tecnico. Per riprenderci da questo momento difficile abbiamo bisogno di energia e di fiducia – conclude Grandi - Domenica a Lecco siamo pronti a sputare sangue in campo per tornare alla vittoria”.

 

Ufficio Stampa NFB Ozzano

www.newflyingballs.it

Facebook: NEW FLYING BALLS