Chiudi X

Cinque cose da sapere sulla LNP Coppa Italia di Serie B

QUATTRO DEBUTTANTI – Tra le otto contendenti in quattro saranno al debutto nella LNP Coppa Italia di Serie B (considerando le edizioni dal 2014 in avanti). Solo Omegna è reduce dalla scorsa edizione (fuori ai quarti), Pescara ritorna dopo quattro anni (eliminata in semifinale nel 2014), mentre Cento e Palestrina giocarono l’edizione del 2015, fermandosi anch’esse in semifinale.

UNA COPPA PER L’ITALIA – Ben distribuite sul territorio nazionale le vincitrici delle scorse edizioni: una laziale (Latina nel 2014), una lombarda (Montichiari nel 2015), una romagnola (Forlì nel 2016) e una campana (Napoli, trionfatrice nel 2017, che ha portato per la prima volta il trofeo al Sud Italia).

DOPO UN ANNO IN 4 SONO IN A2 – Ben quattro squadre delle otto presenti a Bologna un anno fa sono ora in Serie A2: Napoli (vincitrice), Orzinuovi (finalista) e Montegranaro (eliminata in semifinale) furono promosse sul campo, mentre Bergamo (eliminata ai quarti) fu ammessa nella categoria superiore tramite ripescaggio. 

SAPPIAMO COME SI VINCE – Diversi giocatori delle finaliste del 2018 si sono già imposti in questa competizione in passato: Riccardo Perego, ora a Piacenza, e Salvatore Genovese, quest’anno a Firenze, vinsero nel 2015 con Montichiari. Della Forlì vincitrice nel 2016 saranno in cinque a disputare nuovamente la Coppa nel 2018: Rodolfo Rombaldoni, Roberto Maggio e Riccardo Pederzini (Piacenza), Marco Arrigoni (Omegna), Sebastian Vico (Cento). Njegos Visnijc e Andrea Barsanti cercheranno di difendere la Coppa vinta nel 2017 con Napoli, giocando nelle file di Palestrina. Coppa conquistata, così come quella del 2016 con Forlì, anche da Roberto Maggio, che ha firmato con Piacenza alla vigilia di questa Coppa Italia.

NESSUN COACH GIÀ VINCITORE – Nessun tecnico tra le otto finaliste di quest’anno si è in precedenza aggiudicato la Coppa Italia. Il plurivincitore è Luigi Garelli, che si è aggiudicato il trofeo nel 2014 con Latina e nel 2016 con Forlì. Nel 2015 si impose Giulio Cadeo con Montichiari, lo scorso anno Francesco Ponticiello con Napoli.