REGOLAMENTO COMUNICAZIONE-MEDIA LNP STAGIONE 2016/2017

             

REGOLAMENTO COMUNICAZIONE-MEDIA LNP STAGIONE 2016/2017

 

PREMESSA

Il mondo della comunicazione riguarda tutte le componenti che fanno parte della vita di una Società: dalla squadra che va in campo, alle giovanili, all’organizzazione generale dei vari dipartimenti nei quali siete strutturati. La comunicazione veicola qualunque vostra attività e sarebbe errato pensare che sul palcoscenico vada solo la prima squadra. Per questo LNP vi invita non solo a prendere cura di questo regolamento, ma applicarlo. E di conseguenza maturare il diritto a farlo rispettare. Vuol dire avere rispetto di ciò che volete comunicare a tutti i livelli e secondo i canali e le modalità che desiderate. Un buon rapporto con i media vi aiuterà in questo; un rapporto non soddisfacente, non sarà utile ad alcuno.

 

Art. 1 - Strutture funzionali per i media accreditati (Serie A2, B)

1.1 Le Società sono tenute a predisporre, negli impianti di gioco, apposite strutture funzionali (tribuna stampa, sala stampa/sala interviste) destinate ai giornalisti accreditati. E' fatto obbligo per ciascun Club di prevedere all’interno del proprio palazzetto di gioco una copertura Internet wireless gratuita ed obbligatoriamente in grado di sostenere una richiesta di connessione pari al numero dei media accreditati.

1.1.2 Si rende obbligatoria per le Società partecipanti ai campionati di Serie A2 l’istallazione una linea ADSL ad alta velocità (e/o fibra se disponibile), ad USO ESCLUSIVO del rilevamento statistico. E sulla quale NON devono viaggiare altre comunicazioni (giornalisti, fotografi, ecc…). Al termine della gara la stessa linea va messa a disposizione per la trasmissione di immagini qualora gli accordi per la copertura televisiva dovessero richiedere l’invio in tempi rapidi di materiale video della partita appena terminata.

1.2. Le aree media dovranno essere delimitate prima, durante e dopo l'incontro, ai fini della sicurezza di giornalisti, fotografi e tecnici radiotelevisivi che vi lavorano.

1.3. In occasione delle dirette tv con emittente nazionale partner di LNP, le Società riserveranno apposite aree per l’accesso ed il parcheggio dei pullman di regia e di quanti concorrono alla produzione televisiva all'esterno degli impianti di gioco (fino a 3 mezzi da circa 6 metri di lunghezza l’uno), in posizione tale da consentire il più agevole accesso al campo degli operatori.

1.4 Il mancato rispetto di quanto previsto dal presente regolamento sarà d’ufficio segnalato al Giudice di Lega per l’adozione delle sanzioni di competenza.

 

Art. 2 Dirigente responsabile dell’Ufficio Stampa (Serie A2, B)

2.1. Ciascuna Società individua un dirigente responsabile dei rapporti con i media, dandone a inizio stagione comunicazione alla LNP contestualmente alle altre cariche sociali.

2.2. Il dirigente responsabile:

- mantiene i contatti con l’Ufficio Comunicazione LNP, rendendosi disponibile a realizzare le richieste della stessa inerenti ad una miglior diffusione della comunicazione di LNP e dei Club.

In particolare:

1) invio di materiale per la realizzazione della pagina del Club sul sito LNP (roster e suoi aggiornamenti, staff, foto, info societarie), secondo le indicazioni fornite da LNP, nel massimo rispetto dei tempi e delle metodologìe di invio richieste (compreso caricamento dati di piattaforma sito LNP);

2) informazioni utili (situazione squadra, dichiarazione allenatore e un giocatore, iniziative) alla vigilia di ogni gara (il venerdì per quelle in programma la domenica; day-by-day nei playoff) per la realizzazione della newsletter LNP (solo A2);

3) mantiene i contatti con i responsabili di zona dell'Ussi;

4) cura i rapporti con i vari mezzi di informazione;

5) cura la tempestiva fornitura ai media dei dati statistici degli incontri;

6) supervisiona l’operato degli statistici selezionati dalle Società ed è responsabile ultimo del funzionamento/mancato funzionamento del servizio di Netcasting;

7) cura l'organizzazione della conferenza stampa e delle interviste di fine partita (solo A2; facoltativo B).

8) Comunica entro le 48 ore successive alla gara casalinga i dati dell’affluenza del pubblico inviando copia dei modelli C1 e C2 della Siae.

 

Il responsabile della comunicazione è tenuto a restare a disposizione dei colleghi fino ad ultimazione del loro lavoro; questo, ovviamente, nell’ambito delle chiusura della sala stampa prevista, e non oltre, le 2 ore dal termine dell’incontro (solo A2).

 

Art. 3 Giornalisti e altri soggetti accreditati (Serie A2; facoltativo B)

3.1. Possono essere ammessi a fruire delle strutture approntate dalle società unicamente:

- i giornalisti muniti di tessera CONI;

- i giornalisti muniti di tessera dell'ordine professionale, che facciano pervenire richiesta scritta di accredito entro le ore 12.00 del penultimo giorno precedente l'incontro. Gli accrediti fatti pervenire successivamente a questo termine saranno accolti a discrezione delle Società;

- i tecnici radiotelevisivi autorizzati;

- i fotografi che abbiano fatto pervenire richiesta scritta di accredito secondo le modalità sopra riportate per i giornalisti;

- è discrezione delle Società la modalità di accettazione degli accrediti stampa in numero superiore alla capienza della tribuna stampa e la gestione delle disponibilità, garantendo come minimo: 1 accredito per quotidiani nazionali sportivi e non, 3 per i quotidiani a diffusione locale.

- in caso di richieste over quota, saranno gradualmente ridotte le richieste multiple per la stessa testata, al fine di favorire l’accesso di più testate.

3.2. Le Società NON consentiranno l'accesso alla tribuna e alla sala stampa a soggetti diversi da quelli sopra indicati. La tribuna stampa è un’area di lavoro riservata esclusivamente agli operatori del settore.

3.3. E’ discrezione delle Società prevedere la messa a disposizione dei media di un’area di parcheggio loro riservata. In caso di presenza di tale area, sarà gestita dal Club che non sarà mai responsabile di eventuali atti di vandalismo nei confronti dei mezzi in essa parcheggiati.

3.4. I media che lavorano in tribuna e sala stampa devono mantenere un comportamento il più imparziale possibile, evitando atteggiamenti che possano fomentare intemperanze del pubblico verso giocatori, arbitri, dirigenti e giornalisti stessi. O che siano irrispettosi ed offensivi verso gli stessi. Ogni comportamento contrario a questo principio darà origine prima a un richiamo ufficiale della Società che, in caso del reiterarsi, potrà disporre la sospensione dell’accredito. LNP si avvarrà del diritto di valutare il comportamento dei media accreditati, solo ed esclusivamente in gare nelle quali rappresentanti di LNP saranno presenti.

 

Art. 4 Postazioni telecamere, cronisti e fotografi (Serie A2, B)

4.1. Le Società sono tenute a individuare idonee postazioni-piattaforma per le telecamere, con priorità assoluta per le emittenti Nazionali e locali detentrici dei diritti. Con piano calpestabile di 200 cm x 250 cm (1 camera) e 500 cm x 250 (2 camere). Le piattaforme devono essere predisposte in zone la cui visuale di ripresa delle telecamere NON possa essere in alcun modo ostruita dagli spettatori.

4.2. Le Società sono tenute a individuare idonee postazioni per i telecronisti e i radiocronisti, adeguatamente protette dal pubblico, collocate preferibilmente a bordo campo e in postazione centrale rispetto al campo o, in alternativa, in angolo retto sotto canestro, con priorità assoluta per le reti Nazionali; ed a seguire locali detentrici dei diritti.

4.3. I fotografi verranno collocati a bordo campo e resi individuabili mediante simbolo di riconoscimento (pettorina, badge, accredito). La loro dislocazione dovrà essere tale da conciliare le loro esigenze con quelle di giocatori e arbitri e, non dovrà costituire ostacolo alla ripresa televisiva della cartellonistica, rotor o led luminosi.

 

Art. 5 Database fotografico LNP (Serie A2)

5.1. Il servizio di database fotografico del campionato di Serie A2 viene messo a disposizione dei Media e degli Uffici Stampa dei Club. E’ uno strumento molto prezioso, poiché consente a tutti gli utenti l’utilizzo e la veicolazione delle immagini “fresche” del campionato. E di conseguenza con la più aggiornata versione delle squadre partecipanti alla A2 e dei rispettivi sponsor (di maglia, campo, led). Ai Club, attraverso i propri fotografi ufficiali, viene richiesto in forma obbligatoria di caricare sul DB di LNP 5 foto nel corso dell’intervallo della gara; ed altre 5 (o più) al termine della stessa. Vengono richieste immagini dei principali protagonisti della partita, equamente suddivise in azioni di attacco di entrambe le squadre. Si ricorda la necessità di fornire anche foto orizzontali per venire incontro all’evoluzione dei siti (sia LNP che dei Club). La procedura di accesso al DB, fornitura di credenziali, caricamento delle foto e loro tracciabilità (tag) sarà resa nota dall’Area Comunicazione LNP. In caso di mancato rispetto dell’obbligatorietà di caricamento delle immagini, il Club sarà soggetto alla valutazione del Giudice di Lega ed all’applicazione delle sanzioni previste.

 

Art. 6 Sala stampa e tribuna stampa (Serie A2)

6.1. Le Società sono tenute ad attrezzare opportunamente una sala stampa in ogni impianto, dotandola di almeno due linee telefoniche abilitate a chiamate esterne, linea fax e prese di corrente elettrica, una fotocopiatrice. L’accesso alla sala stampa ed alla tribuna stampa, riservato unicamente ai media, dovrà essere aperto non oltre i 75 minuti prima della gara; e rimanere a disposizione dei media fino a 1 ora dalla fine della gara.

6.2 E' fatto obbligo per ciascun Club di realizzare almeno 2 backdrop interviste: 1 per la sala stampa ed 1 per le interviste in campo, entrambi di misura minima di larghezza fissata in 150 cm. Stesso obbligo riguarda il rispetto delle indicazioni di LNP per l’applicazione di loghi e visibilità dei partner LNP, seguendo fedelmente la riproduzione corretta dei loghi stessi, nel posizionamento, nella grafica e nei colori (il layout è disponibile in Area Riservata sito LNP).

6.3. Le Società sono tenute ad attrezzare opportunamente una tribuna stampa in ogni impianto, dotata di tavoli d'appoggio e prese elettriche (una per ogni posto) per un numero minimo di posti fissato in 12. In caso di accrediti superiori alla capienza della tribuna stampa, le Società dovranno individuare un luogo diverso all’interno dell’impianto, dove poter consentire il regolare svolgimento del proprio lavoro a tutti i media che riterrà opportuno accreditare oltre la capienza fissata.

6.4. La sala stampa dovrà essere attrezzata anche per un apposito spazio interviste e dotata di attrezzature idonee allo scopo: un tavolo, 3 posti a sedere, almeno un microfono, impianto di diffusione nella sala provvisto di amplificatori da piazzare ai lati della sala, backdrop. Qualunque altro tipo di microfono e apparecchi di registrazione privati non dovrà ostruire la vista o costituire ostacolo o disturbo per il lavoro dei media presenti. Ogni Società dovrà garantire la massima sicurezza di atleti e tecnici e dirigenti nel percorso per raggiungere la sala stampa-interviste e successivo rientro negli spogliatoi. Al termine di ogni gara è obbligatoria in sala stampa la presenza dell'allenatore e di un giocatore a scelta per ogni squadra. Tali persone devono presentarsi entro un’ora dalla fine della gara.

6.5 Modalità interviste televisive post gara: deve avere assoluta priorità al/ai partner nazionale di LNP, cui va messo a disposizione almeno un giocatore e l’allenatore, per ogni squadra. In assenza del partner di LNP, avrà priorità eventuale emittente titolare dei diritti di trasmissione in diretta della partita, e a seguire, quelle ufficiali dei Club.

 

Art. 7 DVD delle riprese televisive (Serie A2, B)

7.1. La Società ospitante è OBBLIGATA a fornire alla Società ospitata copia DVD dell'incontro con commento. In alternativa, sempre previo accordo, la copia può essere caricata su chiavetta USB. Sempre in caso di accordi antecedentemente intercorsi tra le parti, è prevista anche una copia da mettere a disposizione della tv ufficiale del club ospite. Inoltre, in caso di richiesta della tv del club ospite, un supporto precedentemente concordato dotato di due canali audio: audio mix con commento telecronista di casa ed un canale con solo audio internazionale.

7.2 Si precisa che la ripresa televisiva ad uso e consumo delle emittenti televisive locali è atto soggettivo legato ai rapporti in essere tra Società ospitante ed emittente locale. E che questo non ha nulla a che vedere con l’obbligatorietà della ripresa definita alle DOA FIP, valida fino alla Serie B compresa.

 

Art. 8 – Tv e Radio Ufficiali dei Club (Serie A2, B)

8.1 Da art. 3 comma f) dello Statuto, LNP gestisce e coordina i rapporti con le società di Media e Broadcasting per lo sfruttamento collettivo dei diritti radio/televisivi. Detto ciò, i Club hanno facoltà di effettuare accordi con emittenti televisive di digitale terrestre, dandone notizia a LNP, per la trasmissione delle loro gare, che potrà avvenire anche in diretta esclusivamente in ambito locale. Ma unicamente se questa non rientra nella programmazione settimanale del partner televisivo Nazionale LNP. Nel caso di partite irradiate dal/dai partner nazionali di LNP, le emittenti locali che hanno accordi con il Club ospitante hanno diritto ad accedere al segnale clean-feed della regia, che potrà essere utilizzato solo per la trasmissione in differita della gara; ed esclusivamente in ambito locale. In caso di partite riprese dal partner nazionale di LNP, va prevista la possibilità che le emittenti ufficiali dei club non possano effettuare alcuna ripresa della partita.

8.2 Per quanto riguarda i diritti radiofonici i Club hanno facoltà di effettuare accordi per la trasmissione delle loro gare in ambito locale/regionale/nazionale (webradio).

8.3 Gli accordi con le emittenti ufficiali (tv) dovranno prevedere l’obbligo di inserire i loghi di LNP e dell’eventuale title sponsor del campionato ad inizio e fine telecronaca.

8.4 Le società si impegnano affinché le emittenti radiofoniche e televisive locali prendano atto che LNP istituzionalmente nonché su mandato dei Club può concludere accordi con emittenti televisive e radiofoniche nazionali o circuiti nazionali per la diffusione di gare o di programmi in diretta del campionato. E che queste hanno la precedenza su qualunque altro accordo stipulato in ambito locale.

8.5 In base al contratto in vigore con la/le emittente/i licenziataria/e in ambito nazionale, i Club ospitanti sono titolari dei diritti delle gare casalinghe NON trasmesse dal partner nazionale. Possono di conseguenza commercializzarli per la trasmissione in diretta locale, e con emittenti ospiti per diretta sul rispettivo territorio di emissione (esclusivamente digitale terrestre; no streaming; no satellite).

8.6 Le Società dovranno garantire, negli accordi conclusi in esclusiva con le loro emittenti ufficiali, che la trasmissione in diretta delle loro gare esterne sia vincolata alla possibilità che analogo diritto sia concesso, nella stessa gara disputata a sedi invertite, all’emittente dell’altra squadra nel caso questa risultasse interessata all’acquisizione.

8.7 Va sempre garantita la precedenza ed il diritto di acquisizione delle immagini alle emittenti ufficiali ospiti, qualora ne facciano esplicita richiesta (per produzione indipendente o tramite piattaforma OPEN SKY, partner tecnologico LNP). I Club ospitanti possono attivare anche trattativa privata con altra emittente, tutelando comunque il diritto di ricezione ed emissione del segnale audio/video dell’emittente ufficiale ospite, qualora ne abbia fatto richiesta.

8.8 Gli accordi che i Club sottoscriveranno con le loro emittenti ufficiali dovranno comprendere quanto indicato in questo regolamento e di loro competenza. I Club dovranno fornire a LNP accettazione scritta del presente regolamento dalle loro emittenti ufficiali. Inviandola a comunicazione@legapallacanestro.com.

8.9 La reciprocità tra le tv/radio dei Club ha precedenza tra emittenti ufficiali dei Club medesimi, o con emittenti con nullaosta da LNP.

8.10 Qualora un Club non abbia accordi con una emittente ufficiale, dovrà comunque fornire quanto previsto dal presente regolamento sia per la trasmissione Internet di LNP che per quanto previsto per le emittenti tv-radio dei club ospitati, che dovranno far pervenire richiesta entro 48 ore dalla gara. In caso di necessità dovrà anche mettere a disposizione della tv/radio del club ospitato un tele-radiocronista a sua scelta ed a titolo gratuito.

 

Art. 9 Postazioni per Tv e Radio Ufficiali dei Club (Serie A2, B)

9.1 La Società ospitante è tenuta a mettere a disposizione della propria tv ufficiale e di quella del club ospite, una postazione di lavoro dotata di tavolo, corrente elettrica e due posti per telecronista e commentatore. E, possibilmente, di un microfono ed un monitor. La postazione dovrà essere collocata ove normalmente viene sistemata quella della/e tv partner di LNP e, in presenza di essa/e, in altra idonea posizione. Sempre – nei limiti del possibile - a bordo campo e separata dal contatto con il pubblico. Gli eventuali costi aggiuntivi da sostenere sono a carico dell’emittente televisiva ospite.

9.2 Per le radio ufficiali, è fatto obbligo ai Club di mettere a disposizione, sia dell’emittente del club di casa che di quello ospite, una postazione dotata di tavolo, corrente elettrica e due posti per radiocronisti. L’eventuale installazione di linea telefonica dedicata ed apparecchio telefonico è a carico dell’emittente radiofonica ospite.

 

Art. 10 Diritti Internet (Serie A2)

10.1 LNP è titolare ESCLUSIVA dei diritti per la trasmissione in diretta internet delle partite.

10.2 I Club sono tenuti a mettere a disposizione di LNP, per la fruizione dei diritti Internet, quanto richiesto (vedi regolamento progetto web LNP TV). La Società ospitante è obbligata a fornire le immagini prodotte, complete di commento, ad LNP TV ad uso per la diretta su piattaforma web LNP TV. Attraverso opportuno cablaggio per emissioni audio/video, come previsto dalle DOA (art. “Obbligo di ripresa televisiva”), seguendo le indicazioni tecniche che saranno comunicate da LNP.

10.3 Le DIRETTE web che dovessero essere prodotte da LNP, su commissione di LNP ai Club, da partner di LNP e proposte sulla piattaforma LNP WEB TV, o piattaforme di partner LNP, non potranno essere trasmesse né da altre emittenti (tv DTT) né dai siti ufficiali dei Club. La stessa limitazione vale per le DIFFERITE, che potranno essere proposte esclusivamente dalla piattaforma LNP WEB TV, ad esclusiva fruizione degli abbonati.

10.4 Nel caso in cui non ci sia alcuna esclusiva streaming richiesta da LNP, i Club hanno la titolarità per proporre dirette streaming della propria gara, sempre se sulla stessa non esiste diritto di esclusiva sulle immagini per l’emittente televisiva nazionale. Trattandosi prevalentemente di gare in trasferta, è fatto salvo il diritto per il club ospitante di non concedere la diretta streaming nel caso in cui questa non venga circoscritta con le apposite tecniche di geo-blocking nella visibilità al territorio della squadra ospitata. E di conseguenza sia visibile in ambito nazionale. Questo ovviamente per salvaguardare l’afflusso al palasport di chi ospita l’evento. In presenza di beneplacito del club ospitante, la diretta viene concessa nelle modalità concordate tra i due Club.

 

Art. 11 Segnalazioni e sanzioni di mancato rispetto del Regolamento Media (Serie A2, B)

11.1 Inadempienze e violazioni al suddetto regolamento saranno riscontrate da LNP, che accetterà segnalazioni provenienti unicamente dai Club stessi.

11.2 Le inadempienze rispetto alle obbligazioni di cui al presente regolamento, verranno valutate ed eventualmente sanzionate dal Giudice di Lega.

 

 

ALLEGATO N. 1

 

REGOLAMENTO LNP PER LE RIPRESE TELEVISIVE

CAMPIONATO SERIE A2

 

Art. 1 – In caso di selezione della gara per la diretta televisiva (sia partner televisivo nazionale che LNP TV), nel più breve tempo possibile ciascuna Società deve documentare alla LNP le eventuali indisponibilità dei rispettivi impianti per le giornate di domenica (e delle altre) prescelte per le dirette con il partner televisivo nazionale e/o LNP TV. Al fine di evitare, in caso di anticipo, la concomitanza con altri avvenimenti e manifestazioni programmati dagli Enti proprietari degli impianti.

Art. 2 – Entro gli stessi termini, ciascuna Società può formulare un elenco di incontri interni, tra i quali raccomanda che possa cadere la scelta degli incontri da diffondere. Tale indicazione non ha carattere vincolante, ma solo indicativo, potendo essere scelta qualsiasi altra partita.

Art. 3 – L’anticipo di una gara casalinga è atto dovuto cui non può essere opposto alcun ostacolo e divieto.

Art.4 – Nessuna obiezione può inoltre essere sollevata dalle Società che vedano anticipato a giornata da definire i loro incontri in trasferta.

Art.5 – Studiata congiuntamente al pool sportivo della/e emittente/i partner di LNP un’ipotesi di massima di programmazione delle variazioni di calendario per motivi televisivi (partner nazionale ed LNP TV), in gruppi comprendenti gare di più turni delle varie fasi del campionato, LNP segnala immediatamente alle Società interessate l’eventuale partita prescelta. Nel caso in cui la Società ospitante non proponga opposizione, entro i due giorni successivi, con motivazioni legate ad indisponibilità dell’impianto di gioco, il consenso è dato come concesso. Contro una valutazione che respinga l’opposizione della Società ospitante, non è ammessa alcuna impugnazione. Scaduto il termine per proporre opposizione, il consenso è dato per concesso e diviene atto dovuto. Nessuna opposizione può essere proposta per gli incontri dei playoff. L’opposizione ed il consenso devono essere espressi da un rappresentante legale della Società, a mezzo fax o mail (info@legapallacanestro.com). Definita la programmazione fra LNP e la/le emittente/i licenziataria/e non è più ammessa alcuna riserva od opposizione. La programmazione può essere modificata, ad insindacabile giudizio e valutazione congiunta delle parti contraenti (LNP e la/le emittente/i licenziataria/e).

Art.6 – Nell’effettuare la programmazione, FIP, LNP e la/le emittente/i licenziataria/e, nell’ambito di una ripartizione degli anticipi che possa concedere visibilità tv al maggior numero di squadre partecipanti, terrà necessariamente conto: 1) del valore tecnico o per la classifica della gara prescelta; 2) dello standard qualitativo dell’impianto di gioco e del rispetto di tutti i parametri richiesti, al fine di garantire al Service televisivo le migliori condizioni logistiche per la produzione e la trasmissione dell’evento. Come da richiesta specifica del partner televisivo nazionale (distribuzione tribune, finestrature, illuminazione, led bordocampo). 3) di una cornice di pubblico in grado di offrire un’immagine in linea, se non migliorativa, dei dati di afflusso del campionato, al fine di confezionare e mostrare un prodotto che rappresenti al meglio e sia in grado di veicolare l’appeal globale del torneo.

Art.7 – Per la diffusione televisiva di incontri per i quali non sia previsto spostamento di data e orario, non è richiesto alcun preventivo consenso alle Società in gara, cui dovrà essere soltanto comunicato l’avvenuto accordo con la la/le emittente/i licenziataria/e.

Art.8 – Nel redigere i contratti con le emittenti locali per la diffusione delle proprie gare, le Società avranno cura di far inserire nei relativi testi le più opportune clausole di salvaguardia che li rendono compatibili con le limitazioni dettate del contratto con la la/le emittente/i licenziataria/e in ambito nazionale, e dal presente Regolamento.

Art.9 – Per evitare ipotesi di sovrapposizione delle partite casalinghe, e trasmesse in differita in area locale, le Società appartenenti al medesimo bacino di utenza, ma legate contrattualmente a differenti reti televisive locali, sono tenute a concordare un orario di diffusione che non rappresenti un danno per i rispettivi interessi.

Art.10 – Fatto salvo il nullaosta LNP, è possibile da parte dei Club concedere ad emittenti tv interessate il diritto a trasmettere in diretta solo su piattaforma digitale terrestre ed esclusivamente in ambito territoriale regionale partite di campionato non trasmesse dalle emittenti nazionali, esclusiviste e contrattualizzate da FIP/LNP.

Art. 10.1 - Per quanto riguarda i costi tecnici relativi alla messa in onda in diretta di una partita della propria squadra in trasferta, questi saranno a carico della società/emittente tv ospite. Come costi tecnici si intendono tutti i costi aggiuntivi a quelli che la Società/emittente ufficiale di casa dovrà sostenere in aggiunta a quelli – già previsti a suo carico dal Regolamento Media – relativi alla semplice produzione della partita.

La Società/emittente di casa sarà tenuta a fornire il proprio segnale audio-video (se richiesto) alla Società/emittente tv ospite, come già previsto dal Regolamento Media LNP.

Art. 10.2 - Per quanto riguarda i costi di up-link e spazio satellitare (banda), essi saranno a carico della Società/tv ospite.

Art. 10.3 - La Società di casa potrà richiedere, per la trasmissione in diretta su piattaforma di Digitale Terrestre (no streaming) organizzata in totale indipendenza tecnico/organizzativa dall’emittente televisiva ospite, e per emissione unicamente nell’ambito della sua territorialità (a meno di diversi accordi intercorsi tra i Club), un FEE di valore da trattare tre le parti, vale a dire Club ospitante (che genera i diritti) ed emittente interessata. La presente non costituisce un obbligo, ma un diritto esercitabile.

Art.11 – La gestione del presente Regolamento va intesa alle figure preposte all’interno di LNP, e comunque sotto la vigilanza del Presidente.

Art.12 – Le Società inadempienti rispetto alle obbligazioni di cui al presente regolamento, sono assoggettate alle sanzioni previste dal regolamento di giustizia, approvato dal Direttivo di LNP, ed alle determinazioni del Giudice di Lega.

 

(NOTA Il presente regolamento Media LNP costituisce parte integrante del Regolamento Interno LNP a far capo dall’Articolo 13.f)