Chiudi X

Ritorno alla vittoria per gli Stings: sconfitta Piacenza 79-72

Match fondamentale per la corsa ai playoff dopo le tre sconfitte consecutive in 7 giorni, al PalaBam arriva l’Assigeco Piacenza.
Vencato, Candussi, Jones, Legion e Moraschini al via per i nostri; Arledge, Passera, Guyton, Reati e Infante per gli ospiti.

Ritmo alto nelle prime battute. Subito 5 punti di Candussi e una penetrazione di Vencato per gli Stings, ma la difesa non è abbastanza solida e dopo 3 minuti il punteggio dice 7-11. Lamma è costretto subito ad un time-out di emergenza.
I primi 5 punti di capitan Moraschini valgono il pareggio sul 15-15, ma Piacenza è davvero precisa al tiro ed è dura rimanere in scia (17-24 dopo 8 minuti).
Vencato si distingue sui due lati del campo; a fine periodo tabellone sul 21-26.

La Dinamica Generale parte con più determinazione nel secondo quarto fermando l’emorragia difensiva con l’energia di Timperi e Cucci, ancora una volta positivi dalla panchina(26-26 al 4’). Piacenza esaurisce il bonus velocemente e Candussi fa la voce grossa sotto le plance, Oxilia però tiene i piacentini in vantaggio di 4 punti fino al 7’. Nuovo pareggio sul 32-32 con Mantova precisa dalla lunetta, segue un altro break ospite per il 33-39 con una bomba dall’angolo di Reati e un bel tiro di Passera dalla media. Un gioco da 3 punti di Luca Vencato (miglior marcatore Stings all’intervallo con 9 punti) fissa il 36-39 di metà partita.

Ripresa al via con segnali poco rassicuranti: alcuni errori sui due lati del campo danno il + 5 a Piacenza che ha due americani molto concreti ed affidabili al tiro. A ridare forza agli Stings arriva però proprio il quarto fallo del centro USA Arledge. Mantova, che fatica terribilmente in attacco, finalmente cambia marcia e con le tre triple consecutive di Cucci, Legion e Vencato suona la carica (sorpasso sul 52-50 al 6’).
La Dinamica è molto più efficace quando difende duro e attacca il ferro, sfruttando la precisione di un ispiratissimo Vencato (7/7 dal campo nei primi 3 periodi). 57-53 a 10’ dal termine, solo Guyton evita che il break biancorosso sia più pesante.

L’ultimo quarto comincia con soliti pregi e difetti di questa partita, gli Stings commettono qualche errore ma rimediano quando riescono a sfruttare le penetrazioni di Timperi e Moraschini che sono bravi a guadagnare falli preziosi.
Una stoppatona e un’altra bomba di Valerio Cucci danno il massimo vantaggio ai virgiliani sul 66-58 a 7’ dal termine.
L’attacco Stings si blocca poi per quasi 4 minuti, permettendo all’Assigeco di riportarsi a soli 3 punti di distanza. Oggi però i biancorossi hanno un Vencato extralusso e un Marco Timperi assettato di vittoria che si francobolla a Guyton.
Jones mette energia per il 70-63 a 3’ dal termine. I brividi però non sono finiti: un sanguinoso rimbalzo offensivo concesso agli ospiti permette a Guyton di portare il punteggio sul 70-69. 120” al termine, errori di Legion e Infante, Bobby Jones invece inventa un canestro+fallo di esperienza quando manca solo un minuto. Poi nell’azione successiva chiude il match con una tripla che vale il +6. Moraschini amministra bene dalla lunetta le ultime azioni sui falli sistematici avversari; il finale dice 79-72 Stings.

Buon ritorno alla vittoria della squadra di Lamma, 2 punti in classifica meritati e voluti. I biancorossi hanno messo in campo cuore e sudore.
Ora sotto con la trasferta di Trieste con la mente più serena e senza nessun timore.

Dinamica Generale Mantova – Assigeco Piacenza 79-72
(21-26; 36-39; 57-53)

Dinamica Generale Mantova: Vencato 18, Jones 11, Costanzelli n.e., Moraschini 17, Ferrara n.e., Albertini n.e., Timperi 8, Candussi 8, Mei, Legion 5, Cucci 12. All.: Lamma.

Assigeco Piacenza: Guyton 19, Passera 2, Sanguinetti, Formenti 15, Infante 7, Arledge 16, Oxilia 2, Amoroso 4, Oriti n.e., Reati 7. All.: Riva.