RBR: doppio KO per le giovanili Eccellenze

Turno di riposo per l’Under 16 Angels (girone dispari, prossima gara l’11 ottobre con Ravenna), mentre hanno giocato l’Under 18 Titans e l’Under 15 Angels. Purtroppo niente da fare per entrambe le formazioni, peraltro impegnate in trasferta contro due squadre decisamente di ottimo livello come Virtus Bologne e SG Fortitudo. La Pallacanestro Titano/RBR di Coach Padovano è rimasta a contatto sostanzialmente per tre quarti nella tana delle “V Nere”, arrivando ad avere anche il possesso del sorpasso in un paio di occasioni prima di cedere ai padroni di casa in dirittura d’arrivo. Niente da fare anche per l’Under 15 Angels/RBR di Marco Miriello, che deve lasciare spazio all’aggressività dell’SG Fortitudo.

U18 TITANS/RBR, NIENTE DA FARE NELLA TANA DELLA VIRTUS
Prima sconfitta per la Pallacanestro Titano/RBR nel campionato Under 18 d’Eccellenza. Il ko arriva però in una di quelle che, storicamente, è tra le trasferte più complicate dell’intera nazione. Tommy Felici e compagni infatti hanno giocato in casa della Virtus Bologna, tenendo testa ai bianconeri per tre quarti e vedendo scivolare via la partita solo in pieno quarto periodo.
Un buon match, che peraltro non è iniziato nella maniera migliore. Virtus subito sul 9-0, col primo quarto che diventa in fretta favorevole ai padroni di casa fino al 23-13 del 10’. Nel secondo parziale i Titans migliorano visibilmente e mettono diversi sassolini negli ingranaggi avversari. La gara diventa equilibrata possesso dopo possesso, con la Virtus che non allunga e i nostri che rimangono pienamente in gara all’intervallo (42-33).
Di ritorno dagli spogliatoi la Pallacanestro Titano/RBR accorcia ed è fantastica nello sfruttare ogni minima occasione per avvicinarsi alle V Nere. Da 49-41 per BolognaSan Marino accorcia sul -2 con un break di 6-0 (49-47), poi dal 54-47 altro break di 6-0 per il 54-53. Si va ad elastico, con i Titans anche col possesso del sorpasso senza però concretizzarlo. Entusiasmante, questa fase di gara, pur se la Virtus chiude il quarto sul 57-53. In dirittura d’arrivo, negli ultimi dieci minuti, i padroni di casa allargano definitivamente la forbice fino ad arrivare al 74-61. Peccato per il finale, ma buona prova.
 
VIRTUS BOLOGNA – PALL. TITANO/RBR 74-61

VIRTUS: Deri 14 (2/4, 3/6), Grotti 8 (4/4), Colombo 5 (1/2, 1/3), Frascari 2 (1/3), Scagliarini (0/3, 0/2), Guastamacchia 7 (3/12, 0/1), Salsini, Orsi 3 (0/2, 1/1), Ferdeghini 11 (1/2, 3/4), Galli, Barbieri 17 (4/5, 2/4), Peterson 7 (2/6). All. Ansaloni.
TITANO/RBR: Torelli 2 (1/2), Gaspari 3 (0/1, 1/5), Alviti, Squarcia 3 (1/1 da tre), Palmieri 3 (1/3, 0/1), Riva 2 (1/2), Campajola 6 (3/4), Semprini 10 (5/10, 0/2), Buzzone 6 (3/4, 0/2), Felici 14 (6/10, 0/1), Buo 5 (2/3, 0/2), Flan 7 (3/8, 0/3). All. Padovano, ass. Porcarelli.

Parziali: 23-13, 42-33, 57-53, 74-61.

U15 ANGELS/RBR KO AL DEBUTTO
Si apre con una sconfitta il cammino degli Under 15 Eccellenza Angels/RBR, che si presentano nella tana della SG Fortitudo senza il play titolare Bonfè. I bolognesi sin dal primo quarto impongono la propria superiorità fisica, scavando già un piccolo solco nel punteggio trovando soluzioni in entrata e sugli scarichi con alte percentuali. I nostri non ci stanno e, grazie alle fiammate del nuovo innesto Paduano e alle palle rubate di Lombardi, provano a reagire per rimanere a galla. Purtroppo, non sarà sufficiente per contrastare l'asfissiante aggressività difensiva e il martellante penetra e scarica dei fortitudini, che prendono definitivamente il largo. Da segnalare tra le fila gialloblù la prova di Mari che chiude con 10 punti e 9 rimbalzi. Sicuramente qualche errore al tiro in meno avrebbe reso il divario finale meno pesante (74-40 il punteggio), ma l'atteggiamento dei giovani Angels è stato positivo. I ragazzi di Coach Miriello non hanno mai mollato e a tratti si sono viste giocate interessanti.

SG FORTITUDO – ANGELS/RBR 74-40

ANGELS/RBR: Antolini 1, Macaru 7, Benzi 2, Lombardi 1, Paduano 7, Fabbri 4, Morandotti 3, Panzeri 3, Pini 2, Morri, Mari 10. All. Miriello, ass. Brienza.

Foto credit: Simone Maria Fiorani

#playlikeahero