Chiudi X

RBR "Il Flaminio della gente": Alfio Sgroi, Nicola De Luigi e Simone Maria Fiorani

Amici biancorossi,
anche questa settimana è arrivata l'ora del “Flaminio della Gente!”

Gli "heroes" della puntata di oggi, sono coloro che raccolgono con le loro fotocamere gli attimi più significativi di ogni partita e li consegnano alla storia di RBR: i nostri fotografi Nicola De Luigi, Simone Fiorani e Alfio Sgroi.

Il lavoro svolto dai nostri tre amici e collaboratori, ha un valore inestimabile, per quanto riguarda la comunicazione.

Simone Campanati, responsabile della comunicazione di RBR dice: " Il Flaminio si sta riempiendo sempre di più e così come le vittorie risultano fondamentali verso questo importante obiettivo, allo stesso modo il racconto attraverso le immagini è obbligatorio per mostrare cosa stiamo facendo. Non smetterò mai di ringraziare, Alfio Sgroi, con noi fin dalla prima amichevole di settembre 2018 e mai mancato una sola volta. Con lui Simone Fiorani e da quest'anno anche un big come Nicola De Luigi. Sono innamorato dei loro scatti, soprattutto quelli che raccontano l'ambiente e che mostrano chi ama venire al Flaminio.
In questi scatti ci sono tre elementi fondamentali, il primo è Rimini; ci sono i riminesi tornati al Flaminio, ci sono le facce dei giocatori, ci sono i colori della curva. E poi c'è chi si fa il culo ogni giorno perchè tutto avvenga.
Ho in mente una nuova rubrica social tutta loro e col tempo sarà visibile a tutti voi. Grazie ragazzi per il lavoro che fate saranno archivi fondamentali per la nostra storia".

Partiamo con l'intervista fatta da Matteo Briolini.

Abbiamo il piacere di vedervi all'opera al Flaminio tutte le domeniche. Oltre ad essere un luogo di lavoro, cosa rappresenta per voi la nostra Arena?

NICOLA DE LUIGI:

“Inizio dicendo che vedere un palas così pieno è veramente emozionante, rievoca in me i ricordi dell'infanzia, quando da ragazzo, oltre alle partite, andavo a vedere anche gli allenamenti della squadra. All'epoca c'erano i primi stranieri, atleti formidabili, ti davano l'impressione di avere qualcosa di diverso da tutti gli altri. Grazie al lavoro di RBR negli ultimi due anni mi sono riavvicinato al Basket Rimini. Andando al Flaminio sembra di tornare indietro di 30 anni quando ancora c'era Carlton Myers, si respira la stessa elettricità di allora.
Nonostante questo, non nascondo che, stare su quel parquet, mi ricorda costantemente la finale di un torneo amatoriale che ho, giocato e perso su quel campo, una ferita mai rimarginata.”

SIMONE FIORANI

“Anche io frequento il palazzetto da quando ero ragazzo ,dai tempi della “Sarila” prima e della “Marr” poi, sono sempre andato in curva, è un rapporto personale che va oltre il lavoro. Conosco molti giocatori di quegli anni, ho tanti bei ricordi. Il mio sogno sarebbe stato quello di giocare per Rimini, ma non ho mai avuto il fisico e il talento per farlo. Fotografo basket da circa 30 anni, grazie alla profonda amicizia che mi lega a Paolo Carasso sono entrato nel progetto della Rinascita,sapere di poter essere utile mi ha fatto piacere.

ALFIO SGROI

“Il mio rapporto con il Basket Rimini è nato anni fa, ho 61 anni e non sono riminese d'origine. Mi hanno sempre descritto il Flaminio come un luogo magico, dopo la prima volta che ci sono entrato ho pensato che mi sarebbe piaciuto poterlo ritrarre. Personalmente ho sempre avuto un grande rapporto con i giocatori , mi ripaga di tutto quello che ho fatto e continuo a fare.

Io non sono un fotografo ma ho sempre avuto la passione per lo scatto. Ho iniziato a raccontare il basket con la fotocamera in occasione di un torneo organizzato da alcuni amici, poi ho continuato c agli Angels e grazie a Paolo Carasso ho seguito RBR, dall'inizio fino ad ora.”
 

Cosa cerchi di raccontare con i tuoi scatti? Che rapporto hai con gli altri fotografi?

NICOLA DE LUIGI:

“Oltre ai momenti finali e decisivi delle partite mi piace fotografare le espressioni dei giocatori quando difendono, aiuta a entrare totalmente dentro un match. Francesco Bedetti e Alex Simoncelli sono quelli che mi colpiscono di più. La mimica facciale è lo specchio del temperamento di una persona. Bedetti sembra voler sbranare chi lo attacca e Simoncelli è sempre molto concentrato.

Mi affascina molto fotografare il pubblico, sopratutto le famiglie. 

Il rapporto con gli altri fotografi è buono mi capita ultimamente di osservare le foto di Simone Fiorani a fine partita, ci confrontiamo spesso.”

SIMONE FIORANI

“ Mi piace ritrarre i giocatori sono loro i veri protagonisti,vanno fermati i momenti in cui la palla è ben visibile e in cui ci sia sincronia tra il corpo e il gesto atletico, restituendo l'idea del movimento. Per me l'importante è che i ragazzi in campo siano soddisfatti delle mie foto, sono loro i veri protagonisti dell'evento sportivo, sono più interessato al loro feedback che ai likes di Facebook.

Mi piace dire di essere un fotografo del reale, non amo le pose, preferisco la spontaneità. Di solito trasformo le foto in bianco e nero per consentire a chi le guarda una più libera interpretazione.

La spontaneità al palazzetto la trovo nel pubblico, mi attrae raccontare le emozioni della gente.

ALFIO SGROI

“ Cerco di bloccare i momenti finali , quando le partite si decidono, sono gli istanti importanti di cui tutti si ricordano.”

 

Cosa sogni per il Flaminio?

NICOLA DE LUIGI

“Sogno un palas aggiornato come gli impianti moderni, ci sono delle carenze strutturali che a volte rendono più difficile la fotografia, legati soprattutto all'illuminazione. So che il comune ha stanziato dei fondi, il pubblico dovrebbe sentirsi ancora più a casa, sarebbe tutto ancora più bello.

SIMONE FIORANI

“ L'ambiente che si è creato è unico per la categoria in cui Rimini milita,è difficile chiedere di più da questo punto di vista. Vorrei vedere la società più presente sui social , è importante avere un maggior rapporto con i tifosi durante la settimana.”

ALFIO SGROI

“ Mi unisco all' appello lanciato da Andrea Nicoletti, vorrei vedere tutto il pubblico, non solo la curva che sostiene la squadra per 40 minuti, come sta accadendo nelle ultime partite.”

Il Flaminio della Gente torna giovedì prossimo con un altro personaggio. 

#playlikeahero
#SerieBOldWildWest
#LNP
#LaNostraPassione